Si dice spesso che il cibo migliore è quello di stagione, perché è più fresco e perché permette di risparmiare. Ma non sono soltanto frutta e verdura ad essere legate alla stagionalità. Anche il pesce, infatti, va scelto con un occhio di riguardo al periodo dell’anno in cui ci si trova, onde evitare di comprare pesce importato o non fresco.

Qual è il pesce di settembre, che possiamo portare in tavola in modo sicuro?

Questo periodo offre la possibilità di degustare pescato freschissimo, come il cefalo, il dentice, l’orata, il pesce spada, la sogliola o la triglia. Tutti tipi di pesce ottimi da preparare in forno, magari al cartoccio o nella classica versione mediterranea, con pomodorini e olive.

A settembre, poi, sono di stagione anche molti molluschi e crostacei. Siamo in tempo, quindi, per gustarci deliziose paste con cozze e vongole, così come con i gamberi e con l’astice.

E poi perché rinunciare alla calamarata? Anche i calamari, infatti, sono tra i tipi di pesce che possiamo trovare freschi al mercato in questo periodo.

Tra il pesce azzurro, poi, possiamo acquistare le acciughe, il merluzzo e lo sgombro, che consentiranno anche un notevole risparmio sulla spesa, visto che si tratta di tipologie di pesce notoriamente meno pregiate e quindi vendute a costi più contenuti.

Insomma, l’estate è ormai finita ma non per questo dobbiamo rinunciare al pesce fresco: basta fare un po’ di attenzione dal pescivendolo per acquistare pesce appena pescato.

(Photocredits eatandrelish.com)