FRANCE-EDUCATION-BACCALAUREAT

Sono iniziati questa mattina con la prova di italiano gli Esami di Maturità 2015, che coinvolgono ben un milione e mezzo di studenti in tutta Italia. E c’è da immaginare che tra ore sui libri, ripassi collettivi, simulazioni e, perché no, agitazione e ansia, il loro primo pensiero non sia certo stato legato al cibo e all’alimentazione.

Eppure si tratta di un grosso errore, perché una corretta dieta quotidiana è molto importante per chi è impegnato in periodi di studio e stress molto intensi.

Il primo modo in cui la dieta quotidiana può contribuire significativamente alla buona resa durante il periodo di studio è, ovviamente, l’assunzione di un’adeguata dose quotidiana di acqua, di frutta e di verdura che contribuiscono a mantenere idratato il corso e, di conseguenza, a migliorare sia il tono dell’umore sia le capacità intellettive. Grazie ad una corretta idratazione, in particolare, sarà possibile evitare cali di memoria e d’attenzione.

Importante per la memoria è anche l’assunzione di pesce, non perché ricco di fosforo, come spesso si sente dire, ma perché è ricco dei cosiddetti acidi polinsaturi, gli acidi grassi indispensabili per lo sviluppo del sistema nervoso.

Una ricerca dell’Università dell’Alberta in Canada, poi, ha confermato gli Omega 3 rinforzano la nostra capacità di ricordare e contribuiscono al benessere del cervello. Secondo i ricercatori, infatti, le cellule preposte alla memoria, situate nell’ippocampo, comunicano meglio tra loro e inoltrano in modo più efficace i messaggi, quando i livelli Omega 3 in quella zona del cervello sono maggiori.

In preparazione della seconda prova di domani, quindi, i maturandi farebbero bene a concedersi pesce a cena e una grande quantità di acqua!

(Photocredits booksblog.it)