vantaggi-surgelati-ideapesce

Il pesce surgelato è un prodotto sempre più apprezzato dai consumatori, che lo portano in tavola sempre più con maggiore frequenza. C’è chi lo ama e chi lo teme: facciamo quindi un po’ di chiarezza!

La surgelazione se effettuata rispettando gli standard e le norme vigenti (Decreto Legislativo n.110 del 27 gennaio 1992) consente di preservare il valore nutritivo del prodotto. Questo trattamento industriale consiste nel portare gli alimenti a temperature inferiori a 18 gradi sotto zero in tempi rapidissimi, attraverso l’utilizzo di appositi macchinari. Nel processo gioca un ruolo cruciale la velocità che, infatti, è essenziale per evitare che il prodotto venga alterato da microrganismi potenzialmente nocivi.

Vediamo insieme i vantaggi legati alla surgelazione:

  •  Freschezza

Il pesce lavorato e surgelato in tempi brevi permette di conservare a lungo termine sia le sostanze nutritive sia il naturale sapore del pesce: a patto ovviamente che venga severamente rispettata  e mantenuta la catena del freddo. Naturalmente il primo e fondamentale passo del processo di surgelazione consiste nella scelta di un prodotto freschissimo e di qualità.
La fase di scottatura che viene effettuata in alcuni tipi di pesce prima del processo, benché determini una lieve perdita di vitamina C, non ne causa un’alterazione dal momento che si tratta di prodotti appena raccolti, al massimo del loro valore nutrizionale. Talvolta, addirittura, il pesce surgelato conserva proprietà nettamente migliori del pesce venduto fresco, ma raccolto diversi giorni prima di essere esposto al pubblico.

  • Comodità

La comodità del pesce surgelato è impareggiabile: avere sempre a disposizione nel proprio freezer un prodotto già pulito, sviscerato, sfilettato e – talvolta – anche precucinato consente di accelerare le tempistiche di preparazione.

  •  Igiene

Le basse temperature a cui il pesce surgelato viene conservato rappresentano un ottimo ed efficace alleato nel trattamento del pesce crudo a rischio anisakis, il parassita responsabile di una grave forma di infezione parassitaria del tratto gastrointestinale. Le larve del temuto parassita possono essere eliminate o tramite la cottura o proprio grazie al freddo, tenendo i prodotti ittici a -20°C per almeno 24 ore.

Rivamar rispetta con particolare fermezza le regole di sicurezza, tanto da garantire in molte occasioni standard superiori a quelli richiesti dalle normative. Dal controllo della temperatura nelle varie fasi di lavorazione alla garanzia sui cicli della catena del freddo, Rivamar garantisce una maniacalità verso la qualità, un’ossessione che contribuisce a mantenere i massimi livelli di sicurezza ed igiene, dalla selezione alla preparazione e confezionamento del prodotto.