dieta dimagrante-pesce grasso

I benefici degli Omega-3 sulla salute dell’uomo sono noti da tempo. È più recente invece, la scoperta che conferma come questo acido, presente in abbondanza nel pesce grasso, possa favorire il dimagrimento. Portare quindi in tavola aringhe, salmone, sardine, sgombro e tonno, soprattutto se cotti alla griglia, aiuterebbe a liberarsi dagli scomodi chili di troppo.

Secondo una ricerca giapponese pubblicata su Scientific Reports, gli Omega-3 sono in grado di convertire il grasso “cattivo” dell’organismo, in cellule di grasso “buono”, capaci addirittura di bruciare le calorie in eccesso. Nel nostro organismo sono presenti tre tipi di grasso corporeo: quello bianco, che funge da riserva e si accumula principalmente su addome, cosce e glutei; quello bruno, responsabile di bruciare calorie per la produzione di calore e infine, quello beige, che fornisce energia ai muscoli. La ricerca scientifica giapponese si è focalizzata sul grasso bianco e quello beige, scoprendo che il pesce è in grado di convertire il primo nel secondo, favorendo anche la longevità dell’individuo.

Un’ottima notizia per chi segue una dieta ricca di pesce: questo pregiato alimento non solo contribuisce a ridurre i trigliceridi e il colesterolo cattivo, ma previene le malattie cardiache, abbassa la pressione e rallenta l’Alzheimer. Ma da oggi le cose cambiano ulteriormente, addio chili in eccesso!

[Photo credit: Tu con i miei Occhi ]