Se la recente chiusura del carnevale vi ha lasciato in bocca il sapore di Venezia e delle sue calli, vi proponiamo una ricetta lagunare e multiculturale allo stesso tempo, come solo Venezia sa fare.
La ricetta, tra l’altro, partecipa al contest di GialloZafferano dal titolo “Venezia nel piatto“, quindi non vi resta che tirare fuori le padelle e riscaldare le papille gustative.

Istruzioni

Lasciate tostare in una padella non aderente le fettine di pancetta affumicata, senza aggiungere nessun condimento, in modo che diventino belle croccanti.
Nel frattempo dopo aver pulito per bene le vongole mettetele in una pentola dai bordi alti assieme a due cucchiai d’olio e mezzo bicchiere di vino bianco secco, e lasciate cuocere a fiamma alta finché non si saranno aperte.
In un’altra padella preparate il soffritto per il sugo con un paio di cucchiai d’olio, la cipolla ed il sedano tritati.
Quando la cipolla diventerà trasparente, ma non dorata, aggiungete anche la salsa di pomodoro, il sugo di cottura delle vongole e parte del brodo vegetale, aggiustate di sale e pepe e lasciate cucinare per 15 minuti.
Il risultato deve essere una zuppa non troppo densa, se vedete che il composto tende ad addensarsi troppo aggiungete dell’altro brodo vegetale.
Immergete infine gli spaghetti e le vongole.
Quando gli spaghetti avranno terminato la cottura aggiungete la pancetta affumicata, ed il piatto è pronto per essere gustato.