tempura_mazzancolle_finocchi

Ecco una ricetta pratica e veloce, dedicata a chi ha poco tempo ma comunque non vuole rinunciare alla buona cucina. Il suo gusto delicato la rende particolarmente adatta ai bambini, provate a proporgliela, la adoreranno: tempura di mazzancolle e finocchi

 

Istruzioni

Lavate bene sotto abbondante acqua fredda le mazzancolle, quindi procedete con lo sbucciarle, lasciando solo il codino. Consigliamo, ma non è obbligatorio, di aprirle a libro dalla parte del dorso.
Quindi lavate bene i finocchi e tagliateli a listarelle non troppo sottili, di due centimetri circa di diametro.
Procedete poi col preparare la pastella: stemperate la farina nell’acqua, avendo cura di versarne un po’ alla volta per evitare che si formino dei grumi.
Ad operazione compiuta aggiungete un pizzico di sale e l’albume montato a neve ben ferma, per dare un po’ più di consistenza.
Meglio tenere dei cubetti di ghiaccio sotto la terrina durante tutto il processo, così la pastella resterà fredda.
Mettete sui fornelli una padella con abbondante olio per friggere.
Non appena l’olio sarà caldo immergete mazzancolle e finocchi nella pastella e successivamente nell’olio.
Attenzione a non metterne troppe insieme che rischierebbero di attaccarsi!
Quando saranno dorate raccoglietele con una paletta forellata per scolarle bene, poi posatele su abbondante carta assorbente di modo che la tempura non si impregni con l’olio in eccesso, risulterà così più leggera e digeribile.

Per avere più informazioni su questa modalità di cottura vi segnaliamo la sezione Tempura di Rivamar.