Per questo martedì di piena estate vi proponiamo una ricetta che ci arriva direttamente dai colleghi di Cucinare Pesce: Gameroni col guazzetto. Li volete provare stasera per cena? Fatevi sotto!!

Istruzioni

Iniziamo la nostra ricetta con la pulizia dei gamberoni: occorre incidere il dorso per eliminare il filetto nero all’interno, cioè l’intestino, che può risultare amarognolo. Quindi tagliamo le zampe e mettiamo i gamberoni sotto l’acqua corrente, per lavarli con cura.

Una volta asciugati i molluschi, laviamo e asciughiamo il prezzemolo, tritandolo in maniera grossolana aiutandoci con la mezzaluna. Sbucciamo l’aglio, lo schiacciamo e lo tritiamo; quindi tritiamo anche la cipolla, dopo averla pulito. Il trito così realizzato va messo a soffriggere in una padella piuttosto capiente, insieme con l’olio e il peperoncino essiccato, quindi, posizioniamo i gamberoni, e lasciamo cuocere per una decina di minuti con fiamma bassa. Aggiustiamo di sale e se vogliamo uniamo un pizzico di pepe – ma con attenzione, visto che c’è già il peperoncino a insaporire il piatto.

Quindi, uniamo il bicchiere di vino, che andrà fatto evaporare per un paio di minuti. Mentre il vino evapora, in un bicchiere a parte spremiamo il succo di un limone. A questo punto i gamberoni sono pronti, ed è possibile spegnere il fuoco: vanno serviti ancora caldi, dopo averli spruzzati con il limone.

Come si può notare, cucinare i gamberoni al guazzetto è tutt’altro che difficile, oltre che rapido: il gusto del piatto potrebbe essere reso migliore da un Sauvignon dal colore leggermente paglierino e dal sapore fruttato. L’ideale per accompagnare i gamberoni al guazzetto? Senza dubbio un piatto – non troppo abbondante – di spaghetti con cozze e vongole, per un piatto all’insegna del pesce: gustoso, facile da preparare e soprattutto molto nutriente.