I maccheroni alla chitarra sono un formato di pasta all’uovo tipico dell’Abruzzo, dove vengono solitamente serviti con un sugo di piccolissime polpette di carne e in molte altre varianti. Si tratta di spaghetti a sezione quadrata che prendono il nome dallo strumento che veniva utilizzato per prepararli, cioè un telaio di legno su cui sono tesi fili metallici che ricordano le corde di una chitarra. Stendendo la sfoglia con il mattarello sui fili metallici, infatti, si ottengono questi spaghetti a sezione quadrata.

Oggi ve li proponiamo con i gamberi e con un pesto di fiori di zucca, piuttosto abbondanti in questo periodo.

(Photocredits antonio-scaccio.cucina-naturale.it)

Istruzioni

Lavate i fiori di zucca e metteteli a cuocere in un tegame in cui avrete fatto soffriggere il cipollotto tritato, quindi salate, pepate e spegnete il fuoco. Nel frattempo fate bollire una pentola di abbondante acqua salata fate lessare i maccheroni alla chitarra.
Mettete i fiori di zucca in un bicchiere, aggiungete un mazzetto di prezzemolo, due cucchiai d’olio e un po’ di acqua di cottura della pasta, quindi tritate tutto con un frullatore ad immersione.
Pulite i gamberoni privandoli della testa e del filo intestinale, quindi sgusciateli e fateli rosolare nella padella con un po’ di olio, poi sfumate con un po’ di vino bianco. Aggiungete il pesto di fiori di zucca, scolate i maccheroni al dente e fateli saltare in padella insieme al sugo.