baccalà_fritto

Il Baccalà in agrodolce è un piatto poco conosciuto che fa parte della tradizione culinaria delle regioni del Lazio e della Sicilia, oggi vi proponiamo la versione siciliana della ricetta.

 

Istruzioni

Tagliate il baccalà in pezzi grossi, lunghi circa cinque centimetri (ma non devono essere necessariamente regolari) poi ricopriteli bene sotto e sopra con la farina.
A questo punto metteteli in immersione nell’olio, precedentemente riscaldato. Per vedere quando l’olio è pronto per la frittura basta fare una prova con una goccia d’acqua, se scoppietta è pronto.
Quando il baccalà avrà preso un colore dorato scolatelo, e mettetelo in un piatto con della carta assorbente, per assorbire l’olio in eccesso.
A parte tagliate a rondelle le cipolle, e mettetele a rosolare con quattro cucchiai d’olio, sale e pepe.
Quando saranno diventate trasparenti, sfumate con dell’aceto e aggiungete mezzo cucchiaio di zucchero.
Quando le cipolle si saranno asciugate bene mettetele in un tegame da forno assieme al baccalà e terminate la cottura in forno a 180° per altri dieci minuti. Servite caldo.

Per altre deliziose ricette a base di Baccalà, cliccate sulla sezione Ricette di Rivamar!