Triglie

Marzo in astrologia è il mese dominato dai nati sotto il segno dei pesci, ma anche in cucina il pesce abbonda durante questo mese che fa da spartiacque tra l’inverno e la primavera. Acciughe, sogliole, triglie, granchi, mazzancolle, canocchie e tonno sono solo alcune delle specie che si trovano fresche sul banco del pesce in questo periodo.
A marzo, inoltre, il mare offre tipologie di pesce che sono in grado di unire in modo perfetto gusto e leggerezza. Con l’arrivo della bella stagione è desiderio di molti rimettersi in forma in vista dell’estate, e il pesce di marzo può essere un ottimo alleato.

Un etto di acciughe, ad esempio, contiene l’81% di proteine e il 19 % di grassi, fornendo 131 calorie, mentre ancora più leggero è il nasello che fornisce il 96% di proteine e 4% scarso di grassi in sole 82 calorie. Il primato della leggerezza tra i pesci di marzo, comunque, se lo aggiudicano le sogliole, che contengono l’86,5% di proteine e il 13,5% di grassi, con un apporto di 70 Kcal, proprio come le triglie.

Altre tipologie di pesce facilmente acquistabili fresche nel mese di marzo sono il cefalo, la cernia, il dentice, il pesce di San Pietro, la rana pescatrice, la razza, la ricciola, il rombo, lo scorfano, lo sgombro e il tonno rosso, poi tra i molluschi spiccano le vongole veraci e le seppie, mentre i crostacei del mese sono i gamberetti rosa, il granchio, le mazzancolle, le canocchie e gli scampi.

(Photocredits http://ricettesapori.deabyday.tv/triglie-purea-piselli.html)