pesci piu salutari

Definire quanti e quali siano i pesci più salutari non è sempre facile. In questa breve guida potrai scoprire quali sono più indicati per una dieta sana ed equilibrata.

Il pesce è un ingrediente che non può mancare nella dieta. I benefici che apporta al fisico sono numerosi, dall’elevata quantità di proteine, alle vitamine e sali minerali che aiutano a proteggere il fisico da disturbi e malattie. Le varietà che popolano i mari sono davvero infinite, e spesso si comprano solo le specie più diffuse e famose, senza mai provare nuove tipologie.

Tra i tanti, ci sono dei pesci più indicati per la salute rispetto ad altri. La prima distinzione da fare per riconoscerli è proprio tra i pesci magri e i pesci grassi.

  • Tra i pesci magri troviamo il merluzzo, il pagello, sogliola, rombo e trota selvatica
  • Tra i pesci grassi troviamo salmone, anguilla, aringa e tonno.

Mentre i pesci magri hanno basse percentuali di grasso che li rendono anche più digeribili, i pesci definiti “grassi” sono poco indicati nella dieta dei soggetti in sovrappeso. Proprio per questo non bisognerebbe superare una o due porzioni settimanali da 100-150 gr di pesce grasso, mentre il pesce magro si può inserire anche tre volte la settimana, anche in porzioni da 150gr l’una.

Un’altra distinzione che gli esperti consigliano di valutare riguarda anche le dimensioni dei pesci: infatti quelli più grandi, in cima alla catena alimentare tendono ad accumulare nelle loro carni anche metalli pesanti, come il mercurio, e altri inquinanti. Proprio per questo alle donne in gravidanza è sconsigliato mangiare pesce spada e tonno.

I pesci più salutari per il nostro corpo sono perciò quelli magri e di piccole o medie dimensioni, da consumare due o più volte la settimana, mentre per quelli grassi o di dimensioni maggiori è meglio limitare il consumo a poche occasioni.

Se volete variare la vostra dieta e provare nuove specie tra i pesci più salutari potreste orientarvi verso sarago, molo, razza o corvina. Provateli nelle vostre ricette e sperimentateli in diverse combinazioni di ingredienti nei vostri pranzi estivi in riva al mare.