Dopo il successo della prima edizione i marchigiani tornano ad insegnarci come pescare e cucinare il pesce azzurro in una manifestazione decisamente imperdibile.

Questa settimana segnaliamo un appuntamento assolutamente imperdibile per tutti gli amanti del pesce e della buona cucina.
A San Benedetto del Tronto infatti, dal 16 al 19 giugno torna, per il secondo anno consecutivo Angiò, il festival del pesce azzurro, manifestazione dedicata alla conoscenza ed alla degustazione di alcuni dei pesci più amati dagli italiani, sia per il gusto che per le sostanze nutritive apportate.

Dopo il successo della prima edizione che ha portato nella cittadina marchigiana più di sedicimila visitatori, gli organizzatori, Tuber Communications e Sedicieventi con il patrocinio del Comune di San Benedetto, la Regione Marche e la Provincia di Ascoli Piceno, hanno deciso di confermare la manifestazione anche per quest’anno, legando in modo inscindibile San Benedetto del Tronto al settore ittico.

Protagoniste indiscusse dell’evento saranno tutte le specie di pesce azzurro, come sgombro, tonno, alici, sardine, che anche in questa edizione verranno pescate e cucinate sul momento dai grandi chef che hanno reso rinomata in tutta Italia la cucina marchigiana.

Un’ottima occasione insomma per degustare pesce freschissimo preparato in modo eccellente ed allo stesso tempo copiare qualche trucco di cucina dagli esperti di settore.
Del resto il pesce azzurro è un alimento gustoso e leggero che dovrebbe comparire nelle nostre tavole almeno un paio di volte alla settimana, viste e sue indiscusse proprietà organolettiche che aiutano a prevenire numerosi disturbi degenerativi come l’obesità, forme di demenza, cali di vista o la depressione post partum per le novelle madri.

Uno spazio apposito sarà dedicato ai piatti della tradizione storica marchigiana che potranno essere degustati tutti i giorni tranne le domeniche all’interno del Museo della Civiltà Marinara delle Marche, offrendo al visitatore la possibilità di assaporare i gusti del passato.

E se tutto questo mangiare vi ha messo sete niente paura, perché, novità del 2011, per sabato 18 giugno è prevista una notte bianca all’insegna del buon vino piacentino, grazie alla collaborazione del Consorzio dei Vini Picenos.