gabriele-massarenti-rivamar-ideapesce

Gabriele Massarenti, dal 1989 è il selezionatore dello Stoccafisso in Rivamar e fino al 2011 si è dedicato specialmente al prodotto per la distribuzione.

Vederlo all’opera è un momento affascinante e speciale, in cui traspare immediatamente tutta la sua maestria ed abilità. Ecco cosa ci ha raccontato della sua esperienza in Rivamar:

– Sei arrivato in Rivamar tanti anni fa, ti ricordi il tuo primo giorno in azienda?

Era il lontano 2 ottobre del 1989, provenivo da un lavoro totalmente diverso. Ho sempre avuto la passione del pesce e dei prodotti di qualità. Da circa 30 anni sono quindi al servizio di Rivamar diventando una persona di fiducia nel processo produttivo.

– Il tuo è un mestiere affascinante e stravagante allo stesso tempo, come spieghi che lavoro fai a chi te lo chiede?

Il mio ruolo è quello di controllare ogni singolo merluzzo che arriva dalle lontane Isole Lofoten della Norvegia nella nostra azienda. Già all’origine viene fatta una prima selezione del prodotto suddividendolo per pezzatura e qualità. Da sempre in Rivamar facciamo un ulteriore controllo durante la battitura (fase del processo produttivo), questa è una funzione importantissima e fondamentale perché permette di verificare la bontà del prodotto una volta in più. Un controllo approfondito ci permette di soddisfare da sempre i nostri clienti, sia che si tratti del consumatore che fa la spesa al supermercato, sia che ci rivolgiamo alla migliore ristorazione.

Ogni nuovo lavoro all’inizio ha le sue difficoltà, cosa ti ha permesso di raggiungere l’esperienza che possiedi?

All’inizio è stato difficoltoso, non avevo esperienza in questo settore. Ho avuto fin da subito la possibilità di fare molti viaggi in Norvegia, toccando con mano ogni aspetto del prodotto. In questo modo sono cresciuto a diretto contatto con i pescatori, i produttori e con i selezionatori locali. Ogni giorno mi sono dedicato completamente a questo lavoro che è stato anche la mia passione personale. La dedizione di questi (quasi) trent’anni mi ha formato come operaio specializzato in un lavoro così particolare e affascinante.

Vedendoti all’opera siamo rimasti affascinati dal tuo ruolo e dalla tua maestria, come fai dopo tanti anni ad avere ancora così tanta passione per questo mestiere?

Sono passati molti anni dal primo giorno di lavoro ed ho avuto tante soddisfazioni. La passione per questo lavoro è derivata dalla fiducia che l’azienda ha dimostrato nei miei confronti per il lavoro svolto in tutti questi anni.

 

[Photo credits: Andrea Verzola]