logo_gusto

Ieri ha avuto inizio, al Lingotto Fiere di Torino, un evento indimenticabile per il movimento internazionale Slow Food , quest’anno infatti il Salone del Gusto e Terra Madre diventano una cosa sola. Gli ottantamila metri quadri allestiti, ospiteranno un migliaio di espositori, fino a lunedì 29 Ottobre.
Le due manifestazioni si uniscono con l’obiettivo di aprire al pubblico una grande narrazione collettiva, partendo dal fatto che il mondo della gastronomia e del cibo sano non possono trascurare chi lavora ogni giorno la terra o chi trasforma la natura in cultura e sente su di se il fardello dei problemi economici, climatici, ecologici e sociali.

L’evento mischia alle comunità del cibo di Terra Madre, l’enorme esperienza del Salone, fatto da presidi Slow Food, Laboratori del Gusto ma anche da produttori e cuochi, con i classici appuntamenti ed un intenso programma di conferenze. Il Salone del Gusto Terra Madre vuole dimostrare che è possibile fare qualche cosa di buono per il sistema produttivo, per l’ambiente ma anche per la nostra salute, senza rinunciare ai piaceri della tavola. Lo slogan di questa edizione è infatti “Cibi che cambiano il mondo”, che richiede un nuovo modo di pensare.

Interessante anche la partecipazione da parte di blogger del mondo del food che interverranno in varie aree della ristorazione 2.0.

È possibile acquistare online il biglietto in prevendita, senza nessun costo aggiuntivo, per evitare eventuali code alle casse. Il prezzo pieno è di 20 euro, ma se siete un gruppo di almeno 25 persone o avete un età compresa tra i 18 e 30 anni o siete accompagnatori di persone diversamente abili o siete possessori di un biglietto di ingresso per un evento su prenotazione avrete una riduzione di 4 euro. È previsto un ulteriore sconto per le famiglie o per chi si abbona. I ragazzi tra gli 11 e i 18 anni e gli over 65 pagheranno 12 euro. I soci Slow Food saranno agevolati e parteciperanno con 10 euro mentre i bambini sotto gli 11 anni e i diversamente abili entreranno gratuitamente.

Nei Cinque giorni dell’evento le porte saranno aperte dalle 11 alle 23 ad eccezione di lunedì 29 dove i cancelli chiuderanno alle ore 20.

Oltre a visitare l’area degli espositori è consigliato anche fare un’esperienza presso i Laboratori del Gusto, il Teatro del Gusto e i Master of Food, per imparare facendo.

L’intero programma dell’evento è consultabile da questo link http://www.salonedelgusto.it/upl/docs/programma_salone_2012.pdf

 

Credits image: www.politicheagricole.it