Squali_limone

Nell’immaginario comune lo squalo viene visto come un animale territoriale ed aggressivo anche con i propri simili. Non è sempre così. Recenti studi hanno infatti provato che lo squalo limone è in grado di creare e mantenere una vera e propria rete di amicizie, rendendolo un pesce social.

Anche se non hanno Facebook o Twitter, questi viaggiatori oceanici, si tengono costantemente in contatto con i propri simili, in modo da apprendere nuove informazioni.

“Di fatto, hanno degli amici – sottolinea Tristan Guttridge, ecologo comportamentale – vi sono individui che preferiscono seguire e con cui avere rapporti”. Dimostrando cosi dei comportamenti simili a quelli dei mammiferi.

Questo scambio di informazioni, porta un serio vantaggio dal punto di vista evolutivo. Essi possono ad esempio, aiutarsi durante la caccia o vigilare a turno per segnalare eventuali predatori, permettendo così di avere un tasso di sopravvivenza maggiore rispetto alle anime solitarie.

La cosa sorprendente però, emersa dalle recenti ricerche, è che questi animali, anche se messi in cattività e quindi alla larga dai predatori e dalle fatiche della caccia, hanno continuato a cercare di socializzare tra loro.