polpo_paul_mausoleo

Ecco una notizia che per poco vi farà dimenticare il gelo che sta avvolgendo tutta Italia in queste ore e ricordare la torrida estate che abbiamo appena trascorso.

Argomento del post è infatti il polpo più famoso del mondo: il polpo Paul, che grazie alle sue capacità divinatorie è entrato negli schermi e nei cuori di tutta l’Italia calcistica e non.

Il polpo aveva predetto le vittorie dei tedeschi contro Australia, Ghana, Inghilterra, Argentina e Uruguay, così come le sue sconfitte contro Serbia e Spagna; e contro tutti i pronostici aveva pure indovinato il risultato della finale mondiale, dando per vincente la Spagna con qualche ora di anticipo.

Questi “consulti” gli avevano portato la fama mondiale, e potenti amici e nemici (tanti erano infatti gli striscioni che lo volevano arrosto!).

La notizia della sua morta il 26 ottobre scorso, a soli due anni, ha commosso tutto il mondo, anche se il parco acquatico Sea Life di Oberhausen (Ovest), la sua casa, ha annunciato che sarebbe presto stato sostituito un secondo polpo Paul II in onore del predecessore.

Adesso tutti i fanatici del calcio, o semplicemente coloro che si erano affezionati al povero cefalopode, potranno andare a rendergli onore nel mausoleo a lui dedicato, inaugurato oggi, 20 gennaio, con una cerimonia in pompa magna.

Si tratta di una statua raffigurante il polpo sopra un pallone da calcio coperto con tutte le bandiere delle nazioni che hanno partecipato agli ultimi mondiali di calcio.

La statua è alta circa un metro e ottanta, al suo interno saranno presenti le ceneri di Paul, e sarà posta di fronte alla vasca che aveva ospitato il polpo celebrità.

In questo modo tutti i suoi fan avranno modo di andarlo a trovare ed il suo ricordo resterà vivo negli anni.

Magari riuscirà a passare anche qualche influsso da veggente al suo successore, ma questo lo sapremo solo tra altri quattro anni.

Photo by Getty Images dal sito www.graziamagazine.it