pesce-palla

Li conosciamo spesso per la loro docilità e tranquillità nei confronti dell’uomo ma i pesci possono anche essere delle armi letali!

Non preoccupatevi però, vi assicuriamo che i pesci che arrivano nelle nostre tavole sono sicuri da mangiare, ma in alcuni mari esistono delle specie rare che rientrano tra gli animali più pericolosi al mondo.

Quello più famoso è il pesce palla, che in alcune parti del mondo, ad esempio in Giappone, viene servito da mani sapienti nel tavole di alcuni ristoranti. Il suo veleno è letale ma se rimosso accuratamente fa della sua carne una prelibatezza per pochi temerari.

I Sannakji della Corea sono dei polpi che vengono consumati crudi ma le loro ventose sono conosciute perché mantengono il potere di presa anche dopo la morte, quindi conviene masticarli bene!

Anche una particolare specie di vongole, le Blood Clams che si possono trovare a Shangai, se non sbollentate correttamente possono essere portatrici di virus e batteri, che infettano circa il 15% di quelli che le mangiano.

Anche i pesci fermentati, prelibatezza locale in Egitto e Groenlandia, spesso sono causa di malattie e nei casi peggiori anche di morte: lo squalo infatti nella tradizione dell’isola danese, viene lasciato 6 mesi ad essiccare, viene servito a pezzetti con pane di segale ma la sua carne resta comunque tossica perché questo esemplare elimina le scorie tossiche attraverso la pelle.

Delle meduse invece conoscevamo il loro morso irritante, invece pare che l’Echizen Curage, con il suo veleno tossico, sia particolarmente pericolosa se ingurgitata.

Con questo vi ricordiamo che i pesci che arrivano sulle nostre tavole sono perfettamente sani e che non creano nessun problema fisico, le loro carni comunque sono molto delicate quindi devono essere trattate con rispetto!