I nuovi trend della cucina parlano sempre più di cibi sani e sostenibili, buoni per il palato ma anche per la salute, e da qualche tempo questa tendenza è sempre più presa in considerazione anche per quanto riguarda i metodi di cottura che permettono di risparmiare energia e soldi.

Negli ultimi anni, infatti, si è iniziato a parlare sempre più spesso di tecniche di cottura alternative a quelle tradizionali che risultano più economiche e sostenibili, tra cui la più famosa è sicuramente la cottura in lavastoviglie.

I puristi storceranno sicuramente il naso, eppure ormai sono moltissime le persone che sperimentano questo tipo di cottura e c’è addirittura una food blogger, Lisa Casali, che ci ha scritto un libro.

I sostenitori di questa tecnica dicono che il vapore che si sviluppa dentro alla lavastoviglie mentre lava sia simile a quello che si sprigiona nella cottura a vapore e che non ci siano rischi di contaminazione dei cibi purché si utilizzino contenitori in vetro chiusi ermeticamente o sacchetti per il sottovuoto opportunamente sigillati.

Come la cottura sottovuoto, infatti, anche quella in lavastoviglie permette di mantenere basse le temperature e di mantenere intatti i sapori dei cibi, che in ambiente chiusi si sprigionano al meglio senza rischio che il gusto e i profumi si disperdano durante la preparazione.

Gli estimatori di questo metodo di cottura ripetono che preparare il cibo con la lavastoviglie sia più facile di quanto si possa pensare, inoltre non crea odori e permette di risparmiare soldi e tempo, visto che la cottura avviene durante il ciclo della lavastoviglie.

E se proprio non vi fidate a far cuocere il cibo mentre lavate i piatti, potete sempre mantenere intatto il risparmio approfittando dello stesso ciclo per preparare più ricette, che poi potrete conservare in frigo ancora nei barattoli chiusi per qualche giorno.

Il pesce, ad esempio, è uno degli alimenti che meglio si presta alla cottura in lavastoviglie, soprattutto se si utilizzano carni grasse come quelle del salmone.

Assicuratevi comunque di utilizzare cibi freschi e di qualità e di lavare bene i vasetti che utilizzerete per la cottura al fine di preservare l’igiene nella preparazione degli alimenti.