Il pesce è uno degli alimenti più importanti nella dieta di qualsiasi individuo, oggi vi proponiamo il metodo di cottura al vapore che esalta particolarmente il sapore del pescato.

Prima di cucinare il pesce, è di fondamentale importanza eliminare tutte le interiora e ripulire la superficie con un coltello. Per alcuni pesci è inoltre indicato togliere la testa, anche se in certi casi gli occhi costituiscono un buon indicatore per vedere se la cottura è a buon punto.

Per cucinare il pesce al vapore, prima di tutto abbiamo bisogno della giusta pentola che deve permettere l’adeguato contatto fra il vapore e la superficie dell’alimento. È consigliato poi cospargere la griglia della pentola con dell’aglio sminuzzato e del prezzemolo. Adagiare poi il pesce sugli aromi, inserendo la griglia nella pentola, assicurandovi che l’acqua, precedentemente portata in ebollizione, non tocchi l’alimento. Coprire subito la pentola con l’apposito coperchio e lasciar cuocere il tempo necessario. Per verificare la cottura si consiglia, di inserire un coltello tra la lisca e la polpa, se questa si stacca con facilità il pesce è pronto.

Il vapore è particolarmente adatto per una cottura “light” che valorizzi il gusto del pescato. I pesci più indicati a questo tipo di cottura sono: